LA SFINGE ALPINA

Lunedì 8 febbraio il terzo incontro, una “chicca” riservata ai soli soci delle Sezioni CAI operanti in provincia di Sondrio.

Nasim Eshqi, pioniera dell’arrampicata in Iran, free climber outdoor di fama internazionale, nata a Teheran nel 1982, torna a far visita agli amici della provincia di Sondrio.

La climber fu ospite al XXXII Sondrio Festival e, l’anno successivo, alla Casa delle Guide di Filorera in Valmasino dietro invito della Fondazione “Luigi Bombardieri”, ove incantò un folto pubblico con la conferenza “Arrampicare in Iran”. Nell’occasione, gli fece da valida spalla Luca Calvi, interprete e giornalista poliglotta.

Non c’è il due senza il tre, ed ecco che Nasim torna in terra valtellinese e lo fa grazie al webinar che si terrà lunedì 8 febbraio p.v. alle ore 20.45, nell’ambito del ciclo di incontri “La Sfinge Alpina on line” organizzato dal CAI Sezione Valtellinese insieme con la Fondazione “Luigi Bombardieri”.

La climber si collegherà dall’Iran, e con lei ci saranno la regista Francesca Borghetti e Luca Calvi – quest’ultimo ancora nel ruolo di interprete – per introdurre alla visione del documentario “Climbing Iran” (2020, 53 min.), prodotto da Nanof in collaborazione con il Mibac, la Trentino Film Commission e con il supporto della Cineteca del Cai, in arrivo sul territorio tra primavera-estate, quando avrà inizio un itinerario di proiezioni aperte al pubblico.

Il filmato, presentato lo scorso anno in anteprima mondiale ad “Alice nella città”, festival cinematografico internazionale dedicato alle giovani generazioni nell’ambito della “Festa del cinema di Roma”, è l’opera prima di Francesca Borghetti, antropologa culturale attiva nel campo documentaristico da circa vent’anni.

Come per i precedenti, verrà coordinato da Angelo Schena, presidente della Fondazione “L. Bombardieri” e del Centro di Cinematografia e Cineteca del CAI.

Written by